Cerca
  • Gerusia informazione

La sindrome del tramonto negli anziani affetti da demenza



Nelle persone affette da #demenza, verso sera, si osserva spesso una maggiore ansia, irrequietezza, confusione e a volte anche deliri e allucinazioni. A questo fenomeno viene dato il nome di SINDROME DEL TRAMONTO. Le cause sono da ricercare nella stanchezza e, quindi, in un’aumentata fragilità, nella minor illuminazione dell’ambiente, che può favorire errate interpretazioni degli stimoli visivi, nella caduta del metabolismo, nella presenza di dolore fisico, e/o altri fattori.

Cosa si può fare? 1. Evitare di fare all'anziano malato delle richieste, cioè di impegnarlo in attività che gli richiedono una certa concentrazione. Favorire, piuttosto delle situazioni tranquille, come l’ascolto di musica, un pediluvio, un massaggio o il bagno. 2. Ridurre al minimo gli stimoli e predisporre un ambiente rilassante. Troppi stimoli, infatti, è come se creassero un effetto “bombardamento”, per cui l’#anziano con demenza non sa più a chi o a che cosa rispondere. 3. Migliorare l’illuminazione: dobbiamo fare attenzione a non creare zone d'ombra, fenomeni di rifrangenza o di abbagliamento. Queste persone necessitano tre volte tanto la normale illuminazione. 4. Prevedere uno spuntino a metà o nel tardo pomeriggio, ad esempio, utilizzando bevande calde e rilassanti ed evitando, invece, quelle eccitanti come the, caffè, alcool. 5. Conservare un tono della voce non impositivo ed aggressivo, non avere fretta e curare il linguaggio non verbale. 6. Valutare e gestire un eventuale dolore fisico. 7. Garantire la sicurezza fisica e ambientale durante lo stato di agitazione, permettendo loro di muoversi senza pericoli.

0 visualizzazioni

© 2023 by End Hunger. Proudly created with Wix.com

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon