Cerca
  • Gerusia informazione

Anziani e Cittadinanza Attiva


Vi vogliamo segnalare il libro ANZIANI E CITTADINANZA ATTIVA, del Prof. Ennio Ripamonti, edizioni UNICOPLI, perché spiega bene la logica che ha ispirato la nascita del progetto GERUSIA, e amplia la prospettiva che il medesimo progetto potrà assumere in futuro per la comunità roverbellese.

Le statistiche ci dicono che l’aspettativa di vita si va sempre più allungando e che il Paese Italia sta invecchiando sempre più. Il periodo, che convenzionalmente chiamiamo anzianità, si è incredibilmente differenziato, sfuggendo alle categorie di rappresentazione più convenzionali e alle chiavi di lettura che la tradizione ci ha consegnato. Rispetto al passato, in cui ad una fase giovanile breve, seguiva una fase di adultità lunga e poi una di vecchiaia breve, oggi si assiste, invece, ad una dilatazione della cosiddetta adolescenza, ad una compressione della fase adulta ed ad una notevole espansione della terza età.

Lo sguardo della società moderna dipinge l’anziano, ora unicamente come “una persona da assistere”, ora ottimisticamente come “una risorsa da utilizzare”. Ennio Ripamonti invita a trasformare l’attuale approccio gerontologico in una prospettiva comunitaria e multigenerazionale, anche perché il modo in cui una società si rapporta con il proprio invecchiamento riguarda non solo gli anziani di oggi, ma ciascuno di noi, in quanto anziano di un futuro più o meno vicino.

Attraverso i contributi della psicologia di comunità e dell’educazione degli adulti, il libro intende offrire idee utili a promuovere la cittadinanza attiva degli anziani e una società per tutte le età.

Nel primo capitolo, Ripamonti si impegna a ricostruire e decostruire le principali letture sulla condizione dell’anziano, nel tentativo di aprire uno spazio di esplorazione e confronto, promuovendo un approccio più curioso e meno pregiudiziale a questa fase della vita, che offra un affresco realistico, aggiornato e sufficientemente variegato.

Quindi, si focalizza sui rischi e sulle opportunità che caratterizzano la vita degli anziani nelle società contemporanee. Da un lato, si assiste con preoccupazione a processi di marginalizzazione sociale, impoverimento, solitudine, malattia e disabilità, dall’altro lato, si osserva con soddisfazione ad un miglioramento medio della salute e ad un incremento delle opportunità di socializzazione, svago, cultura, apprendimento, organizzazione e impegno sociale.

Ripamonti si impegna a ricercare nuovi modi di vedere e di agire che consentano di collocare il lavoro sociale con gli anziani all’interno di un orizzonte politico-sociale che mira a costruire coesione, appartenenza, responsabilità e partecipazione. Si promuove, perciò, un modello di intervento sociale ed educativo, che agisce a diversi livelli e con differenti modalità: costruendo competenze, sviluppando potere, producendo legame sociale, innovando la cultura e superando gli stereotipi.

Infine, nell’ultima parte, vengono illustrate alcune delle metodologie e delle pratiche più promettenti sul terreno della cittadinanza attiva degli anziani. Ecco, quindi, che l’educazione degli adulti assume un ruolo assolutamente decisivo nell’alimentare quei processi di apprendimento per tutto l’arco della vita, che hanno grande influenza sulle condizioni di salute, benessere e integrazione sociale nell’anzianità. A tal riguardo, potete prendere visione di modelli ed esperienze di formazione, che hanno interessato amministratori pubblici, coordinatori di servizi, operatori professionali, responsabili di associazioni, volontari e anziani, all’interno di progetti di sviluppo nell'ambito di servizi territoriali, centri sociali, associazioni, movimenti, case di riposo. .

Non ci resta, quindi, che augurarvi buona lettura!

0 visualizzazioni

© 2023 by End Hunger. Proudly created with Wix.com

  • Black Facebook Icon
  • Black Twitter Icon
  • Black Instagram Icon